humanae artis natura magistra

 
 

La frase latina “natura artis magistra”, compiutamente tradotta, significa che la natura è di fatto e necessariamente maestra di ogni arte umana, e la parola ars, artis, in latino, significa una tecnica che comprende, nel suo fare, anche intuizioni, invenzioni e creatività: elementi indispensabili ad ogni risultato che non sia mera riproduzione di un modello.


È nata a Monfumo, ma con orizzonti europei, l’associazione culturale  NAM  (acronimo di natura artis magistra).  “NAM” è un luogo di incontri, di confronti di idee e tendenze legate all’arte e all’artigianato, un contenitore di produzione di percorsi artistici e artigianali.


Se la natura è fonte di ispirazione del lavoro creativo, e non solo, dell’uomo, che senso ha oggi parlare di arte visto che stiamo sacrificando la natura e l’ambiente in cui viviamo per scopi essenzialmente economici.  In questo sacrificio coinvolgiamo tutte le altre specie viventi, vegetali e animali, distruggendo la biodiversità.

L’artista, l’artigiano nel suo stretto legame con la natura come fonte dell’immaginario, ha la possibilità di ricreare spazi mentali e fisici, all’interno della caotica vita quotidiana, dove oggi l’unico modello che perdura sembra o è quello consumistico.  Il modello consumistico che produce una perdita quasi immediata di valore delle cose.  Proporre, con linguaggi diversi e sempre rinnovati, la permanenza dei valori è un gesto di amore e di rispetto verso noi stessi e verso tutto ciò che ci circonda.


L’Associazione “NAM” si prefigge l’obiettivo di promuovere il lavoro di questi artisti e di favorire gli scambi culturali tra l’Italia e gli altri Paesi Europei.

FlowerPower
artefattanatura

mostra d‘arte
Casa Bianca • Castelli di Monfumo • TV
10 giugno – 25 giugno 2011
[vai] ...

Esposizione di pitture, sculture, ceramiche, esperienze artigianali dove il mondo di “Flora” è fonte di ispirazione per l’attività creativa.
Flora intesa come insieme della vegetazione ma anche come Dea Romana della vegetazione.  Questo consente di ragionare su sensazioni, emozioni, e quindi anche su ciò che può essere di soprannaturale.
2011.html2011.htmlshapeimage_2_link_0